Mostra e Premiazione Scatti(di)vini

Il 16 Dicembre 2012 si è tenuta presso il Sunset Glamour Cafè la premiazione dei vincitori del concorso Scatti(di)vini.

La serataè trascorsa piacevolmente ed ha rinsaldato la crescente complicità degli iscritti, i quali si sono prodigati, con impegno e generosità, nel montaggio dei pannelli-supporto delle foto di tutti i partecipanti, corredandole, anche, di elementi scenografici quali fondi di cassette in legno, su cui erano esposte le foto, tralci e grappoli di uva ad incorniciare il tutto.

Ogni partecipante ha prodotto tre foto interpretando in modo diverso il tema: si è spaziato tra immagini della vendemmia e della lavorazione dell'uva ed immagini ritraenti cantine o bottiglie, fino ad arrivare alla degustazione del prodotto ormai diventato vino.

Al terzo posto si è classificato Vito Punella con tre foto due a colori ed una in bianco e nero riproducenti dei tralci, delle botti ed il bicchiere con il vino.
Al secondo posto si è classificata Maria Grazia Morlino che ha prodotto tre foto in bianco e nero riproducenti rispettivamente il grappolo ancora sulla vite, la raccolta ed il riposo in cantina.
Il primo posto se lo è aggiudicato Serena Libutti con tre foto molto originali ed in bianco e nero tutte dedicate ai vari momenti di degustazione del vino.

Di seguito riportiamo il giudizio espresso dalla giuria composta da tre esperti esterni che hanno valutato i lavori:

"Abbiamo apprezzato nei lavori proposti da Serena Libutti la presenza di un filo che lega le tre fotografie in un unico discorso, coerente e compatto, che coglie un aspetto del tema spesso relegato in un ruolo secondario: la pura bellezza dell'oggetto e del gesto del bere e dell'offrire.
Il calice di vetro, la massa scura e liquorosa del vino nella serie di Serena Libutti compongono un insieme estetico estremamente suggestivo e originale, in cui interagiscono elementi eleganti come i riflessi multipli o un abito lucente, collocati in un ambiente minimale e raffinato.
Il bianco e nero classico e discreto contribuisce alla caratterizzazione di tre scene dal linguaggio fotografico essenziale ma ricercato, che rimanda al piacere semplice e naturale di uno dei prodotti più amati della nostra civiltà e della nostra cultura."




StampaEmail

Login Wikimago

Registrati per accedere ai contenuti riservati.

Backstage Workshop Eolo Perfido - il ritratto

Workshop Francesco Francia

Tesseramento


tesseramento

Dove Siamo


Convenzioni


convenzioni

Newsletter Iscriviti!

wikimago

        

On - Line

Abbiamo 30 visitatori e nessun utente online