Incontri sulla Street Photography

Cari amici, quest’anno abbiamo ripreso alla grande!
Una volta deciso che procederemo a tematiche, affrontando ognuna di esse sotto vari aspetti: teorico - tecnico - pratico - progetto - postproduzione, grazie al contributo di ogni socio dividendoci in gruppi, non restava altro che rimboccarsi le maniche e mettersi a “studiare”.

La prima tematica affrontata dai nostri associati è stata la Street Photography. Primo contributo fondamentale è stato quello di inquadrare la “street” dal punto di vista storico, vedendo i suoi albori e la sua piena affermazione come termine e spessore negli anni ’60/70, andando a vedere gli autori che l’hanno praticata. Per citarne alcuni: Garry Winogrand, Henri Cartier-Bresson, Alfred Eisenstaedt, Robert Doisneau, Richard Kalvar, Bruce Gilden. Interessante è stata anche l’intervista fatta ad un fotografo street contemporaneo siciliano Ernesto Bazan.

Dopo questi primi incontri teorici abbiamo visto come approcciarsi, da un punto di vista pratico, a tale genere studiando cosa serve: l’attrezzatura, come muoversi, gli elementi chiave, dando inoltre un’occhiata ad un’aspetto da non sottovalutare, ovvero quello legale del diritto all’ immagine. Abbiamo provato quindi a fare qualche scatto e poi affrontato come post produzione le varie tecniche per ottenere un buon bianco e nero tipico delle foto di street.

Definire la Street non è stato semplice, diversi sono stati anche i punti di vista ed i confronti ma possiamo almeno dire che La street photography è “l’istantanea della vita urbana osservata per strada nella sua quotidianità e nei suoi molteplici aspetti: l’ironia, la tragedia, l’imprevedibilità, la bellezza ed anche la crudeltà. Le immagini di questo genere fotografico sono lo specchio della società, delle persone che la compongono, catturate durante la vita di tutti i giorni da qualche occhio attento alle sfumature dell’umana commedia che va in atto negli spazi pubblici. Essere uno street photographer significa entrare in sintonia con la vita, percepirne gli umori, gli odori, i colori, viverla con intensità per poi cercare di rappresentarla solo dopo averla assorbita."

Si ringrazia l’impegno di tutti gli associati ed il loro contributo …ora non resta che scattare e dare vita al progetto -“ La vita indiretta"... Riflessi e Trasparenze -
 

 


StampaEmail

Login Wikimago

Registrati per accedere ai contenuti riservati.

Backstage Workshop Eolo Perfido - il ritratto

Workshop Francesco Francia

Tesseramento


tesseramento

Dove Siamo


Convenzioni


convenzioni

Newsletter Iscriviti!

wikimago

        

On - Line

Abbiamo 56 visitatori e nessun utente online