Light Painting 2.0


Come diceva giustamente Roland Barthes nel suo saggio LA CAMERA CHIARA "La fotografia non è classificabile": non c'è un ambito in cui possa essere racchiusa o delineata, i suoi generi sconfinano l'uno nell'altro per cui una stessa immagine può essere considerata un ritratto, un'opera concettuale o realistica.
E' un'arte che più di qualunque altra è in continua espansione aprendosi a tecniche di realizzazione sempre più disparate e d'avanguardia. Ci ha dato un esempio di ciò il nostro associato Mario Vaccaro che, durante l'ultimo incontro del 15Gennaio 2014, ha condiviso con noi la sua innovativa tecnica il LIGHT PAINTING 2.0 .

Light painting significa “dipingere con la luce” ed è una tecnica fotografica che si basa proprio sull'uso di una sorgente luminosa mobile come se fosse un pennello nell'atto di scattare la fotografia: effettuando lo scatto in luoghi scuri, senza fonti di luce naturale, ed impostando lunghi tempi di esposizione sarà possibile realizzare foto fantasiose e letteralmente disegnate con la luce.

Con la tecnica collaudata da Mario Vaccaro il Light Painting acquista particolare forma e precisione, si evolve creando un risultato che potrebbe far pensare che l'elemento luminoso sia stato aggiunto in photoshop: l'immagine non viene creata dal movimento di una semplice torcia davanti alla macchina ma viene riprodotta su una striscia a led RGB. Un sistema (Raspberry pi) scompone l'immagine in singole colonne che vengono poi illuminate in sequenza sulla striscia a led. Il movimento della barra, o in alternativa quello della macchina fotografica va a ricreare l'immagine di partenza.

 
-MARIO COME E' NATA L'IDEA DI QUESTA TECNICA INNOVATIVA?

- L'idea nasce dall'unione delle mie passioni: fotografia, informatica ed elettronica. Il progetto l'ho preso da internet, ma ho dovuto studiarlo e sistemarlo.

-QUALI SONO STATE LE MAGGIORI DIFFICOLTA' CHE HAI INCONTRATO NELLA REALIZZAZIONE?

-La difficoltà piu grande è stata proprio quella di recuperate le parti. Ho preso i led dall'America, il trasformatore dalla cina, batteria e mini pc li ho presi usati dai miei amici. In tutto ci sono voluti due mesi. Una grande mano me l'ha data mio padre per la costruzione della struttura portante.

-HAI AVUTO PROBLEMI DAL PUNTO DI VISTA TECNICO?
 
-Inizialmente avevo problemi con i colori che non corrispondevano all'immagine e poi con le scritte che venivano ribaltate.

Con pazienza ed applicazione Mario ha risolto queste difficoltà ed è riuscito ad ideare una tecnica di scatto fantasiosa ed innovativa che ha messo a disposizione di tutti noi con la consueta allegria e spirito di condivisione...

Per cui, mai come in questo caso buoni scatti e BUONA LUCE!

StampaEmail

Login Wikimago

Registrati per accedere ai contenuti riservati.

Backstage Workshop Eolo Perfido - il ritratto

Workshop Francesco Francia

Tesseramento


tesseramento

Dove Siamo


Convenzioni


convenzioni

Newsletter Iscriviti!

wikimago

        

On - Line

Abbiamo 13 visitatori e nessun utente online